Capitolato ristrutturazione bagno

capitolato ristrutturazione bagno come deve essere fatto

Quando devi rifare un bagno è importante che l’offerta sia ben fatta. Un’impresa seria ti fornisce il dettaglio dei lavori da fare tramite il capitolato di ristrutturazione bagno. Vediamo come è fatto con un esempio.

Come è fatto un capitolato per rifare un bagno

Un capitolato è un semplice documento, word o pdf, che descrive in dettaglio, voce per voce, tutti i lavori e le fasi della ristrutturazione del bagno. Per rifare un bagno le voci sono:

  • Rimozione sanitari e demolizione bagno esistente
  • Rifacimento impianto idraulico ed elettrico
  • Opere murarie per il nuovo massetto del pavimento e il ripristino dell’intonaco sulle pareti
  • Posa in opera del pavimento e del rivestimento in piastrelle sulle pareti
  • Tinteggiatura delle pareti senza piastrelle e del soffitto
  • Posa in opera dei sanitari e delle finiture
  • Pulizia finale e consegna del bagno chiavi in mano con le certificazioni

E’ importante leggere bene il capitolato per capire anche cosa è incluso oppure non è incluso nella tua ristrutturazione del bagno.

Ovviamente, per completare un preventivo, insieme al capitolato viene allegato il prezzo chiavi in mano o il computo metrico. Cioè, il dettaglio delle singole voci con le relative quantità (es. mq) ed il prezzo unitario per poter avere un prezzo dettagliato.

Le voci del computo metrico del bagno si devono ricollegare al capitolato.

Per avere il prezzo corretto di un bagno è fondamentale il sopralluogo.

Chiedi adesso un preventivo gratuito e senza impegno per far fare un sopralluogo al tuo bagno da ristrutturare e confronta diversi preventivi e offerte dalle migliori imprese della tua zona.

Esempio di capitolato ristrutturazione bagno

Descrizione delle opere necessarie al rifacimento di un bagno chiavi in mano, completo di finiture e sanitari. Sono esclusi dal seguente capitolato i lavori di spostamento o installazione nuove porte e finestre, così come eventuali spostamenti e/o sostituzione di contatori acqua e/o termosifoni.

Demolizione e rimozione sanitari

  • Predisposizione del cantiere con eventuali ponteggi e/o trabattelli per lo scarico/carico dei materiali nuovi e di risulta.
  • Rimozione dei sanitari (wc, bidet, lavandino) ed eventualmente della vasca e della doccia.
  • Rimozione del pavimento con demolizione del massetto di sottofondo fino a 8/10 cm e delle piastrelle dalle pareti con scrostamento dell’intonaco.
  • Demolizione impianto idraulico esistente in tutte le sue parti (tubi, scarichi, raccordi, …) e di quello elettrico.
  • Discesa del materiale di risulta, trasporto e smaltimento in discarica autorizzata.

Generalmente il costo di questo lavoro dipende dalla difficoltà di accesso al bagno e al piano del vostro appartamento. Di norma le offerte prevedono un prezzo al mq per le demolizioni di un minimo di 20€ al mq e per la rimozione dei sanitari di un minimo di 10€ al pezzo.

Rifacimento impianto idraulico e elettrico

  • Creazione delle tracce per le tubazioni di scarico e carico acqua calda e fredda per tutti i punti acqua previsti (es. 4 punti: wc, lavandini, bidet, vasca) e delle tracce dell’impianto elettrico.
  • Posa in opera del collettore acqua calda / fredda, delle tubazioni, degli scarichi, delle valvole e di tutto quanto relativo all’impianto idrico-sanitario del bagno, compresa installazione della cassetta wc a parete di tipo Geberit. Fornitura materiali inclusa.
  • Allaccio alla tubazione di scarico condominiale.
  • Realizzazione dell’impianto elettrico con il collegamento dei punti luce previsti (es. 5 punti: luce specchio, luce soffitto, presa elettrica, due interruttori luce).

Il costo di questo lavoro si considera rispetto ai punti acqua ed ai punti luce. Può capitare che vengono forniti dei prezzi a corpo in particolare per impianto elettrico con la consegna della certificazione dell’impianto a norma.

Opere murarie bagno

  • Creazione del massetto di sottofondo per il pavimento con malta cementizia (es. dosatura di 300kg/mc) con spessore di 8/10 cm.
  • Tiratura a piano del massetto per permettere una corretta posa in opera del pavimento.
  • Realizzazione del nuovo intonaco al grezzo fino all’altezza di dove era stato demolito (stimata in 200 / 220 cm) e allineamento pareti per la posa delle piastrelle.
  • Rasatura dell’intonaco precedentemente non coinvolto dalle demolizioni con rappezzi per eventuale pittura dove necessario.

In questo capitolato non si prevedono ulteriori opere di muratura nel bagno. In caso di necessità si può lavorare in economia, cioè utilizzando la tariffa oraria del muratore o di altro artigiano per le opere da fare.

Pavimenti e rivestimenti bagno

  • Fornitura e posa in opera del pavimento in gres con colla sul massetto precedentemente creato e livellato. Si prevede una posa tradizionale dritta od obliqua con mattonelle di dimensioni 20×20 o 30×30. La Posa viene completata con la stuccatura e chiusura dei giunti.
  • Fornitura e posa in opere delle piastrelle per il rivestimento in gres porcellanato incollate sulla parete correttamente preparata. La posa di piastrelle di 20×20 fino ad un’altezza di max 200/220 cm. Prevista la posa dritta od obliqua con un fascione centrale e la matita a chiusura.

Il costo dei pavimenti e dei rivestimenti è estremamente variabile in base al materiale scelto ed alla tipologia di posa. Ad esempio le piastrelle possono partire da 10€ al mq e salire praticamente a piacimento. Per la posa se si prevedono forme e disegni particolari come un mosaico è fondamentale il sopralluogo per valutare il prezzo.

Tinteggiatura bagno

  • Preparazione del sottofondo da tinteggiare con rasatura e con applicazione di un fissativo acrilico.
  • Tinteggiatura delle pareti del bagno senza piastrelle e del soffitto con due mani di pittura traspirante e lavabile di colore bianco.

Anche per la tinteggiatura il prezzo dipende principalmente dal tipo di pittura scelta per il bagno e la tecnica di pittura. Il costo di partenza per una cosa semplice è molto basso a partire dai 10€ al mq.

Consegna del bagno chiavi in mano

  • Installazione dei sanitari, della rubinetteria, della vasca o doccia se previste e di eventuali accessori.
  • Posa in opera degli elementi dell’impianto elettrico: luci, plafoniere, placche, interruttori.
  • Pulizia finale e consegna del bagno chiavi in mano con la relativa certificazione.

Anche queste attività finali la qualità delle finiture e dei sanitari scelti fanno salire di molto il prezzo. Si trovano sanitari commerciali anche da 50€ al pezzo ma in genere il costo è molto più alto per finiture di maggiore qualità.

Come ottenere un capitolato di qualità

A questo punto che abbiamo visto come deve essere fatto un capitolato per rifare un bagno, come procedere. Chiedi adesso diversi preventivi gratuitamente e senza impegno per il tuo nuovo bagno, confronta diversi capitolati e i prezzi offerti dalle migliori imprese della tua zona con un solo click.

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Rispondi