Cappotto termico esterno: vantaggi e svantaggi

Se vuoi ridurre i consumi energetici e risparmiare sulla bolletta, la soluzione migliore è il cappotto termico esterno. Questa tecnica di isolamento termico ha chiaramente dei vantaggi e svantaggi. Attualmente è il miglior modo per coibentare casa o rifare una facciata e ottenere risparmio energetico.

Come vedremo più avanti, è anche un modo per usufruire delle detrazioni ecobonus 2019 per condomini e privati. Ma, se stai valutando se farlo o meno, sicuramente ti è utile non solo capire i vantaggi, ma anche gli eventuali svantaggi del cappotto termico esterno. Così come possibili problemi o altri suggerimenti e consigli per scegliere al meglio. Continua a leggere.

Quanto costa e come è fatto il cappotto esterno

Il cappotto termico esterno consiste in una serie di lavori che vengono fatti sulle pareti esterne di una casa con lo scopo di eliminare le parti che nella struttura favoriscono la dispersione del calore. Grazie a questo sistema puoi ottenere un risparmio energetico sia in inverno che in estate. Infatti in estate gli ambienti rimarranno freschi più a lungo perché verrà evitato il surriscaldamento delle pareti.

Tecnicamente il cappotto consiste nel posare sulle pareti esterne della facciata di casa o del condominio dei pannelli isolanti. Dopo la posa dei pannelli isolanti, il cappotto viene rifinito con una rasatura armata e la finitura scelta. Il costo del cappotto termico esterno varia in base ai materiali isolanti scelti per i pannelli ed il loro spessore. Si può andare dai materiali isolanti più economici come il polistirene espanso estruso (XPS) o il sughero, che partono da 40€ al mq, fino alle lana di vetro o roccia, o la fibra di legno con un prezzo di oltre 70€ al mq.

Lo spessore consigliato del cappotto termico dipende dal livello di isolamento che vuoi ottenere, dalla zona dove abiti, dall’esposizione della casa e da altri fattori. In genere lo spessore oscilla dalle dimensioni più piccole di 6-8 cm fino anche a 12 cm.

In tutti questi casi è sempre consigliato affidarsi ad un tecnico specializzato per il prezzo finale, solo un sopralluogo accurato può definire il costo. Chiedi adesso un preventivo gratuito a diverse ditte esperte di isolamento termico della tua zona e dopo averle incontrare per un sopralluogo puoi valutare le diverse offerte senza impegno per scegliere il meglio e risparmiare.

Vantaggi del cappotto termico esterno

Realizzare un cappotto termico esterno ha innumerevoli vantaggi in termini di benessere e risparmio economico. Ridurre l’utilizzo del riscaldamento di inverno o dei condizionatori in estate permette di risparmiare soldi e avere sempre un clima ed una temperatura piacevole in casa. Se poi devi fare i lavori di rifacimento della facciata è un’occasione da non perdere. Elenchiamo i pro e i vantaggi:

  • Riduzione della dispersione del calore verso l’esterno di casa (tecnicamente si parla di riduzione del ponte termico) riducendo la necessità di avere sempre il riscaldamento acceso in inverno.
  • Protezione al calore esterno (incremento inerzia termica) riuscendo a mantenere una temperatura più bassa in estate che richiede un minor uso dei condizionatori per raffreddare l’ambiente.
  • Benessere termo-igrometrico delle stanze di casa. Il cappotto termico esterno permette di mantenere una migliore temperatura ed umidità di una stanza, migliorando il comfort abitativo.
  • Evita la formazione della muffa sulle pareti esterne ed interne di casa poiché evita la generazione della condensa creata dall’umidità.

Oltre ad avere un risparmio economico grazie ad un minore utilizzo del riscaldamento o dei condizionatori, inquiniamo di meno e miglioriamo la classe energetica della nostra casa. Il miglioramento della classe energetica ci permette di valorizzare il nostro immobile. Un domani che vorrai vendere casa, avrai un ulteriore guadagno. Non ultimo, ricordiamo la possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali 2019 ecobons per il risparmio energetico. Visti tutti i vantaggi per una valutazione completa è corretto vedere anche gli svantaggi ed eventuali problemi.

Cappotto termico esterno: svantaggi e problemi

Onestamente le varie opinioni sul capotto termico non riportano particolari svantaggi o problemi dal punto di vista tecnologico. Sicuramente rispetto a rifare una facciata tradizionale, se parliamo di puro costo del lavoro, il cappotto ha lo svantaggio di costare di più. Questo svantaggio però, visto nel suo insieme tra risparmio in bolletta e detrazioni fiscali, è ampiamente assorbito e nel lungo periodo non è più un problema.

Sebbene, come abbiamo detto, sono molti pochi, tra gli svantaggi del cappotto termico esterno possiamo segnalare:

  • Modifica del prospetto dell’edificio. Chiaramente l’installazione dei pannelli cambia lo spessore della facciata e probabilmente anche la parte esterna. Potresti avere dei vincoli comunali o resistenze nel condominio.
  • Se non fatto a regola d’arte ci potrebbero essere problemi del cappotto termico poiché i pannelli sono a contatto con gli agenti atmosferici (se ti rivolgi ad una impresa esperta non avrai questi problemi)
  • Modifica del comportamento igrometrico della casa (ma spesso questo è un vantaggio più che uno svantaggi)
  • Chiaramente il costo maggiore, come abbiamo spiegato prima. E’ uno svantaggio relativo al lavoro, ma complessivamente è da valutare bene perché i vantaggi sono molti e il costo maggiore si recupera

Visto che particolari problemi o svantaggi non ci sono è interessante capire come risparmiare ulteriormente con le detrazioni fiscali 2019. Che sono un bel vantaggio.

Risparmia fino al 75% per fare il cappotto termico nel 2019

Ulteriore vantaggio è la possibilità di sfruttare le agevolazioni fiscali EcoBonus 2019. Questi incentivi sono delle detrazioni fiscali irpef che ti permettono di risparmiare sul cappotto termico fino al 75%.

La detrazione può arrivare al 75% se i lavori di risparmio energetico si applicano ad un condominio fino ad un massimale di spesa di 40 mila euro per unità immobiliare. Questo è un bel vantaggio se confrontato con le detrazioni per ristrutturazione. Se fai la facciata del condominio con le detrazioni di ristrutturazione 2019 hai un risparmio del 50% fino ad un massimale complessivo di 96 mila euro, mentre se realizzi il cappotto termico esterno hai il 75% con un massimale di 40 mila euro a famiglia (unità immobiliare). Decisamente un bel vantaggio economico. Se poi stai in zone sismiche e fai anche interventi antisismici puoi anche arrivare all’85%.

Chiaramente hai dei vincoli da rispettare. Infatti il lavoro deve essere asseverato da un professionista abilitato con l’attestazione di prestazione energetica (APE) prima e dopo l’intervento. In pratica devi dimostrare l’efficientamento energetico del lavoro. Su questi temi è fondamentale affidarsi ad esperti, altrimenti rischi che un controllo ENEA ti tolga il beneficio.

Confronta dei preventivi per cappotto termico

Ora che hai visto i vantaggi e gli svantaggi. Speriamo che ti sei convinto che rifare una facciata con il cappotto termico merita una valutazione accurata ed un preventivo per valutare i costi. Ti consigliamo di confrontare sempre diversi preventivi prima di procedere. Nel caso di rifare la facciata conviene anche il confronto del lavoro classico con un cappotto. Non perdere tempo e chiedi subito gratis diversi preventivi alle migliori imprese esperte di isolamento termico della tua zona e dopo aver fatto fare un sopralluogo confronta le offerte senza impegno e scegli il meglio.

Lascia un commento o fai una domanda