Cappotto termico

Se vuoi o devi realizzare un cappotto termico a casa è probabile che hai molti dubbi sulla scelta migliore. E’ meglio un cappotto esterno o uno interno? Come si sceglie il miglior materiale isolante? Tra polistirene XPS o EPS, il poliuretano, il sughero, la fibra di vetro o la lana di roccia, quale scelgo? Quali sono i costi di un cappotto termico? E’ vero che risparmio? Il prezzo dei pannelli al mq è alto? Ecco una guida semplice e completa che vuole rispondere alle tue domane e fornirti tutti i consigli utili a decidere su come realizzare un isolamento termico a cappotto al meglio.

Cosa significa cappotto termico

Oggi quando vuoi realizzare un isolamento termico del tuo edificio hai diverse opzioni. Quelle più comuni sono l’isolamento termico interno e quello esterno, comunemente detto a cappotto. Capita di parlare anche di cappotto interno, ma in genere quando si parla di cappotto termico si fa riferimento a quello esterno. Vediamoli entrambi perché molte cose sono uguali.

Per cappotto termico si intendono quei lavori che devono migliorare la prestazione energetica dell’edificio tramite l’applicazione di pannelli isolanti sulle pareti esterne (facciata) o interne. Un cappotto termico completo è realizzato tramite la posa in opera dei pannelli e della finitura tramite un rivestimento esterno.

Per la facciata un rivestimento di un cappotto termico esterno può essere di diverse tipologie, sia la classica rasatura e finitura con primer, e tinteggiatura finale che per ottenere dei cappotti molti efficienti anche una facciata ventilata. Per un cappotto interno solamente finitura e tinteggiatura.

Per approfondire il tema dell’isolamento a capotto di casa è opportuno parlare con dei professionisti del settore. Chiedi subito gratis un preventivo ai migliori esperti di isolamento a cappotto e confronta senza impegno le diverse offerte per cappotto di casa.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

La posa in opera di un cappotto termico: rasatura e finitura

Una caratteristica utile da sapere è la posa in opera di un cappotto termico. Questo perché una posa errata o anche una progettazione sbagliata della posa può generare dei ponti termici che fanno passare il calore, generano della condensa e di conseguenza delle muffe. I principali passi della posa sono:

  • Preparazione e pulizia della parete.
  • Incollaggio dei pannelli isolanti.
  • Rasatura armata con rete in fibra di vetro.
  • Applicazione dei tasselli per cappotto.
  • Finitura del cappotto con primer e tinteggiatura.

Per effettuare una corretta rasatura armata, la rete in fibra di vetro viene posata sui pannelli isolanti dopo la posa di un prodotto legante da ripassare successivamente. La fase di rasatura del cappotto esterno o interno è molto importante perché è la base per completare il lavoro con la finitura.

Per la finitura di un cappotto esterno come anticipato in precedenza si può valutare un sistema a facciata ventilata con mattoni faccia vista con un ottimo livello di efficienza del cappotto realizzato. Per le facciate ventilate si può optare anche per soluzioni high tech rispetto alla classica laterizia a mattoni. Mentre per la finitura di un cappotto classica e più economica è la finitura con tinteggiatura.

Lo spessore di un pannelli per cappotto termico

Quando si parla di spessore dei pannelli isolanti il valore medio è di 8-10 cm. Ma questo spessore è un valore indicativo. La giusta dimensione dipende da diversi fattori, esposizione al sole delle varie pareti, zona climatica della casa (montagna, città, mare, sud, nord, …), livello di prestazione energetica da raggiungere, materiale scelto ed altri parametri.

Altra differenza importante è se si tratta di un cappotto termico esterno o interno. Per realizzare un isolamento termico interno si cerca di scegliere dei pannelli isolanti a basso spessore per evitare di perdere troppo spazio internamente a casa.

E’ necessario far fare un sopralluogo ad un professionista di isolamento termico per valutare sia il materiale che il corretto spessore. Chiedi adesso un incontro gratuito con diversi esperti di isolamento per confrontare senza impegno i preventivi e le offerte per realizzare un cappotto termico al meglio.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Pannelli per cappotto termico: prezzi al mq

Per valutare il costo di un cappotto termico sia interno che esterno il prezzo dei pannelli al mq è importante saperlo. Nella successiva tabella ti riportiamo degli esempi di prezzo medio al metro quadro per le diverse tipologie di materiali isolanti dei pannelli per uno spessore medio di 8-10 cm.

Pannelli isolanti per cappotto esternoPrezzi al mq
Polistirene Espanso Estruso (XPS)20€ - 30€
Polistirene Espanso Sinterizzato (EPS)10€ - 15€
Poliuretano Espanso Rigido (PUR)12€ - 20€
Fibra di legno15€ - 25€
Lana di roccia10€ - 20€
Lana di vetro10€ - 20€
Sughero40€ - 50€

Visti questi prezzi cerchiamo di capire come scegliere il materiale, quali sono le caratteristiche tecniche da valutare, e gli altri costi da considerare.

Il migliore materiale per cappotto termico

La scelta del materiale isolante per un cappotto è fondamentale per la buona riuscita del lavoro ed anche per bilanciare il costo / beneficio dell’investimento. La valutazione di un materiale dipende dalle sue caratteristiche che puoi trovare nella scheda tecnica del prodotto.

Materiali pannelli isolanti cappotto termico

Nella precedente figura troviamo degli esempi di valori delle principali unità di misura per valutare una materiale isolante. Ecco cosa significano questi parametri:

  • Conducibilità termica lambda “λ” (W/mK): indica l’isolamento termico del materiale, cioè la sua attitudine a trasmettere il calore. Più è basso questo valore e maggiore è capacità isolante termica del pannello. Valori tipici oscillano dai 0,025 W/mK per il Poliuretano fino a circa 0,05 W/mK della fibra di legno.
  • Resistenza termica “R” (m²k/W): indica il rapporto tra lo spessore in metri del pannello e della sua conducibilità termica, R = d/λ. Maggiore è lo spessore più alta è la resistenza termica. In una parete per il calcolo complessivo si devono sommare tutte le resistenze degli strati non solo quella dei pannelli.
  • Trasmittanza termica “U” (W/m²K): indica la quantità di calore scambiato da un materiale per unità di superficie. Identifica la capacità isolante.
  • Sfasamento termico “h” (minuti): indica in quanto tempo (minuti o ore) il calore esterno attraversa il pannello per entrare in casa. Caratteristica utile in estate per ritardare il più possibile l’ingresso del calore in casa.
  • Resistenza di diffusione al vapore “µ”. indica la traspirabilità di un materiale. Per avare un alto potere traspirante un pannello deve avere questo valore il più basso possibile. Il riferimento ideale è l’aria che il valore µ =1. Parametro fondamentale per i cappotti termici interni al fine di ridurre il rischio di condensa e muffe.

Vediamo ora come scegliere al meglio il materiale e sistema di cappotto per casa.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Cappotto interno o esterno per casa

La prima cosa da scegliere è se volgiamo fare un cappotto termico esterno o interno. Se non ci sono particolari vincoli è sempre meglio realizzare un cappotto esterno per diversi fattori:

  • Un cappotto esterno ha una minor dispersione del calore verso l’esterno poiché è applicato sull’intera facciata senza discontinuità e senza rischio di creare ponti termici. Vantaggio in inverno.
  • Riduce i tempi di raffrescamento degli ambienti interni grazie ai pannelli posati esternamente che generano una maggiore inerzia termica. Cioè permette di aumentare i tempi che il calore esterno entra in casa. Vantaggio in estate.
  • Non genera condensa e rischio di muffe per l’assenza o anche l’eliminazione dei ponti termici che fanno generare l’umidità.

Ma non sempre è possibile realizzare un cappotto esterno. Ad esempio se vivi in centro città ed hai dei vincoli sulla facciata della sovraintendenza, o semplicemente in condominio non si trova una soluzione. In questi casi devi scegliere un cappotto interno. Per isolare termicamente casa è fondamentale la scelta del miglior pannello isolante.

Per coibentare esternamente i pannelli più usati sono quelli sintetici in polistirene XPS / EPS o poliuretano, a meno che non si voglia fare una scelta ecologica ed a quel punto è opportuno vedere il sughero o fibra di legno o altri naturali.

Mentre per un cappotto interno è obbligatorio scegliere dei pannelli traspiranti. Solo quelli con materiali naturali come legno o altro possono garantire questa qualità. Senza il rischio di muffe è molto alto. Quindi scegli pannelli in sughero, fibra di legno o lana di roccia se vuoi anche isolare acusticamente.

Ecobonus 2019 e cappotto termico casa

Se devi rifare una facciata o vuoi semplicemente migliorare l’isolamento termico con un cappotto nel 2019 puoi usufruire della detrazione Ecobonus 2019. Questo vuol dire non solo risparmiare sulla bolletta dell’energia ma anche recuperare la gran parte dei soldi spesi per realizzare un cappotto termico.

La detrazione fiscali ecobonus 2019 per cappotto termico permette di risparmiare fino al 75% delle spese. Questa detrazione rimane in vigore fino al 31 dicembre 2021. In particolare è utile sapere questi parametri principali:

  • Detrazione fiscale per singole unità immobili (ville, appartamenti, …) fino al 65%
  • Detrazione fiscale per condomini fino al 75%.
  • Massimale di spesa 40.000 euro per unità immobiliare

Il lavoro del cappotto termico deve essere fatto bene e deve portare un reale miglioramento della prestazione energetica dell’edificio per poter usufruire della detrazione. Al termine dei lavoro di coibentazione la prestazione energetica deve essere minore od uguali ai parametri identificati dalla Tabella 2 del DM 23 Gennaio 2010 per le diverse zone italiane.

Importante: l’indice di prestazione energetica raggiunto da un condominio o da una unità immobiliare deve essere certificato da un tecnico abilitato tramite l’attestato di prestazione energetica (APE). Su questo non si deve scherzare, L’ENEA esegue dei controlli di veridicità. Se trova un’anomalia perdi la detrazione. Per questo è fondamentale rivolgersi a specialisti
del settore per realizzare un isolamento a cappotto per non rischiare di perdere le detrazioni.

Cappotto casa: costo e preventivo

Il costo del cappotto termico di casa in media ha un prezzo di 80€ – 100€ al mq compreso di tutto (pannelli isolanti, noleggio ponteggi, manodopera, finitura standard, …). Per aver un prezzo reale non basta questo costo medio, ma è necessario far fare un sopralluogo. Un tecnico specializzato valuta la situazione nel suo insieme ed è in grado di aiutarti nella scelta dei migliori materiali per le tue necessità ed a fornirti un preventivo per cappotto termico realistico.

Chiedi adesso gratis diversi preventivi per realizzare un cappotto di casa al meglio ai migliori professionisti della tua zona e confronta senza impegno le diverse offerte.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Lascia un commento o fai una domanda