Devo ristrutturare casa: consigli su cosa fare

consigli-ristrutturazione-casa-appartamento-idee-design-risparmiare

E’ finalmente arrivato il momento di rifare casa. Le prime domande che uno si pone sono: “Devo ristrutturare casa. Cosa devo fare? Idee e consigli su come risparmiare?“. Vediamo alcuni consigli utili su cosa devi fare per ristrutturare casa o ristrutturare un appartamento.

Il lavoro di ristrutturazione di casa è uno dei lavori più importanti che ognuno di noi almeno una volta nella vita deve affrontare. Per questo motivo deve essere pianificato in modo corretto per evitare che diventi un incubo e che butti i soldi.

Se devi ristrutturare casa e cerchi delle idee e dei consigli per risparmiare, in questo articolo ti forniamo degli spunti per indirizzare al meglio il lavoro. Ti diremo anche cosa devi fare per risparmiare seguendo le detrazioni in vigore per il 2018.

Ristrutturazione da dove iniziare

Non fatevi prendere dalla fretta. Pensate bene come si vuole modificare e rinnovare casa o appartamento. Ad esempio, se volete fare una ristrutturazione completa o parziale della casa, considerate che le imprese che sentirete per farvi fare un preventivo, considereranno che vorrete demolire completamente la casa. Suppongono che vorrete abbattere pareti, rifare gli impianti elettrici ed idraulico, i bagni, la cucina in muratura, i pavimenti. In pratica una casa nuova.

Se invece volete mantenere gli impianti, ma volete solo riorganizzare le stanze magari con delle nuove pareti in cartongesso, è chiaro che la cosa è diversa. E sarà diverso anche il costo medio al metro quadro di una ristrutturazione di casa.

Detto questo, da dove iniziare? Chiedi subito un preventivo per una ristrutturazione di casa per incontrare senza impegno diverse imprese edili e confrontarvi con loro su come procedere per fare al meglio i lavori.

Ristrutturazione casa: ordine lavori

Se devi ristrutturare ti può essere utile conoscere l’ordine dei lavori per valutare un preventivo:

  • Demolizione e smaltimento.
  • Costruzione nuovi tramezzi, controsoffitti, …
  • Nuovo impianto elettrico, idraulico, gas, termico, condizionamento, antenna tv e dati.
  • Preparazione sottofondo (massetto) e pareti.
  • Posa dei pavimenti e delle piastrelle per bagno e cucina.
  • Tinteggiatura pareti.
  • Montaggio di Porte e Finestre.
  • Posa dei sanitari e delle finiture.
  • Consegna dei certificati a norma.

Chiaramente questo è un’ordine tipico dei lavori, poi ogni lavoro deve essere pianificato bene dalla ditta dopo un sopralluogo.

Ristrutturazione casa documenti da presentare in comune 2018

Quali sono i permessi per ristrutturare casa internamente? Il lavoro di ristrutturazione di casa è una manutenzione straordinaria, e abbiamo due documenti da presentare in comune nel 2018 sono:

  • CILA: Comunicazione Inizio Lavori Asseverata
  • SCIA: segnalazione certificata di inizio attività

La CILA, introdotta con la Legge 73/2010, è un documento che attesta l’inizio dei lavori. E’ una comunicazione e per questo motivo potete iniziare la ristrutturazione senza aspettare una risposta dal Comune. Si chiama “asseverata” perché la pratica deve essere firmata da un tecnico abilitato (architetto, ingegnere o geometra). La deve consegnare il proprietario (chi ha un diritto reale sull’immobile) oppure da un delegato come capita normalmente, come il professionista che la firma.

La SCIA si usa per lavori di costruzione o di ristrutturazione pesante, ad esempio se dovete spostare o modificare parti di struttura portate della casa. Ad esempio se spostate o fate una finestra in un muro portante, realizzate un solaio, rifate il tetto o dovete fare opere di consolidamento, serve la SCIA. Il progetto deve essere fatta da un Ingegnere che la deposita al Genio civile presso l’ufficio dei calcoli strutturali.

Come organizzare una ristrutturazione casa: la scelta della ditta edile

Primo consiglio: non valutare le ditte solo sul prezzo chiuso tipo chiavi in mano. Vi consigliamo di farvi fare un computo metrico, cioè un preventivo di dettaglio che solo le ditte serie vogliono fare. Un computo metrico vi permette di confrontare i preventivi in modo corretto.

Chiedi diversi preventivi e confrontali, valuta i dettagli e non il totale. Prova il nostro servizio di richiesta di preventivo gratuito e senza impegno per la ristrutturazione di casa. Con noi puoi scegliere la ditta giusta per la ristrutturazione di casa in modo semplice ed economico.

Consigli su cosa fare per risparmiare: le detrazioni

Le detrazioni fiscali sono il miglior modo per risparmiare insieme ad ottenere diversi preventivi da confrontare. Le principali detrazioni fiscali sono:

  • Ristrutturazione edilizia: detrazione del 50% per i lavori di edilizia, fino al tetto massimo del 96 mila euro, recuperabili in 10 anni.
  • Ecobonus: permette l’agevolazione di portare in detrazione il 50% per il 2018 per interventi di risparmio energetico. Es. sostituzione di finestre ed infissi, rifare l’impianto di riscaldamento (condizionamento invernale) con l’installazione di una caldaia a condensazione o a biomassa, …
  • Bonus Verde: permette di rifare e rinnovare anche il vostro giardino con il vostro impianto di irrigazione. Il bonus verde è anche per terrazzi, balconi, …sia privati che condominiali, con un detrazione del 36% per un tetto massimo di 5.000€.

La detrazione per le ristrutturazioni edilizie è una legge (decreto legge 201/2011) nella misura del 36% con tetto massimo di 48 mila euro. Da alcuni anni nelle Leggi di stabilità viene prorogata la misura aumentata del 50% con tetto massimo di 96 mila euro.

Devo ristrutturare casa: cosa devo fare

A questo punto per rispondere alla tua domanda “cosa devo fare?” la cosa migliore è cliccare adesso per chiedere un preventivo di ristrutturazione casa a diverse imprese edili della tua zona, contattarle e far fare un sopralluogo accurato per ottenere dei preventivi validi e risparmiare sui lavori di casa.

[Voti: 133    Media Voto: 4.6/5]

Rispondi