Esempio di preventivo impianto elettrico a norma di un appartamento

Se dovete rifare il vostro impianto elettrico, vi occorre sapere da quali voci è composto il preventivo di un impianto elettrico. Per aiutarti la cosa più semplice è analizzare i costi con un esempio di preventivo per rifare un impianto elettrico a norma di un appartamento. In questo modo potrai velocemente confrontare il preventivo di un elettricista e valutare il costo per rifare un impianto elettrico a norma.

Un preventivo di un impianto elettrico deve contenere alcune voci obbligatorie. Il numero di punti luce, il quadro elettrico, l’impianto di messa a terra e la certificazione a norma dell’impianto elettrico. Tutte voci che ritroverai nel nostro esempio di preventivo.

Ricordiamo che per punti luce si intendono tutte le terminazioni dell’impianto elettrico dove arriva energia. Ad esempio interruttori, lampadine, prese elettriche. Il punto luce è in genere anche la misura del costo di un impianto elettrico a norma.

Esempio di preventivo per rifare l’impianto elettrico a norma

Come anticipato, ipotizziamo di dover ristrutturare un vecchio appartamento. Come capita in tutte le ristrutturazioni complete, dobbiamo rifare anche il nostro impianto elettrico se la casa è vecchia perché non a norma. Una volta che rifacciamo l’impianto elettrico, è obbligatorio farvi rilasciare dall’elettricista la certificazione a norma dell’impianto elettrico rifatto.

Come esempio per valutare un preventivo, consideriamo di dover rifare un impianto elettrico a norma con le seguenti macro voci che andremo ad analizzare una per una:

  • 1 quadro elettrico con relativi differenziali e magnetotermici
  • 40 punti luce di vario tipo
  • 1 impianto di terra
  • 1 certificazione a norma dell’impianto

Un preventivo di questo genere potrebbe essere quello di cui c’è bisogno per rifare l’impianto elettrico in una ristrutturazione di un appartamento di 50 mq.

Il quadro elettrico dell’impianto elettrico

Nel nostro esempio, per calcolare il costo del quadro elettrico per la gestione dei 40 punti luce abbiamo pensato di inserire:

  • un quadro elettrico in pvc da dodici moduli
  • un differenziale bipolare da 25amp
  • un magnetotermico da 16 amp per le prese
  • un magnetotermico da 16 amp per le luci
  • un fusibile da 2amp per emergenza linea da contatore

Chiaramente un quadro elettrico può essere fatto con moltissime configurazioni. Per capire qual è la tua esigenza chiedi un preventivo gratuito ai migliori elettricisti della tua zona e confronta le diverse offerte senza impegno.

Punti luce, punti presa, punti tv in un preventivo per impianto elettrico

Come detto in precedenza per punto luce si intende una qualsiasi terminazione dove arriva energia elettrica. Invece, per altri punti intendiamo terminazioni da cablare, ma dove non arrivare la corrente elettrica, come l’antenna o una presa dati. Nel nostro esempio di impianto elettrico abbiamo ipotizzato di prevedere:

  • 10 prese bipasso
  • 5 interruttori
  • 2 deviatori
  • 3 punti di trasmissione dati
  • 3 prese telefoniche
  • 1 presa tv
  • 8 punti luce
  • 3 pulsanti
  • 2 relè
  • 1 suoneria

Quando viene fatto il calcolo dei punti luce che portano al costo di un impianto elettrico, il professionista serio deve far riferimento alla norma CEI 68-4 che stabilisce anche il numero minimo di punti luce per un impianto stanza per stanza di un appartamento.

Quanto costa rifare l’impianto elettrico del preventivo in esempio

Per fare i costi finali, andiamo a: valutare la composizione del quadro elettrico, sommare tutti i punti del nostro impianto, aggiungere l’impianto di terra comprensivo di palina, pozzetto, morsetto e treccia da 25mm, prevedere la posa in opera del quadro e dei punti luce ed, in ultimo, definire il rilascio della certificazione a norma dell’impianto elettrico da rifare.

Con tutte queste ipotesi, il costo per rifare un impianto elettrico come da esempio è di circa 2.000€ – 3.000€.

Quindi se avete acquistato una casa vecchia con un impianto non a norma il costo per rifare e mettere l’impianto a norma è un costo gestibile da sostenere, considerando che la possibile detrazione 50%.

Preventivo impianto elettrico appartamento di 100 mq

Di seguito un esempio di preventivo con i punti luce previsti per un impianto elettrico per un appartamento di 100 mq. Ecco un modello o fac simile di preventivi impianto elettrico:

Preventivo impianto elettrico casa 100 mqQ.tà media per 100 mqPrezzo MedioPrezzo
Prezzo impianto elettrico casa 100 mq: 2.850€ - 3.500€
Punto luce semplice2020€ punto luce400€
Punto di comando con deviatore1025€ punto deviatore250€
Punto di comando ad interruttore1020€ punto interruttore200€
Punto presa di corrente bipasso 10/16A4030€ punto presa1.200€
Punto presa TV325€ punto tv75€
Punto presa telefonica / dati525€ punto tel / dati125€
Punto collegamento citofono150€ punto50€
Punto alimentazione caldaia (se impianto autonomo)140€ punto caldaia40€
Quadro elettrico per 5/6 circuiti seprati1500€ cad.500€

Il prezzo per un impianto elettrico di una casa di 100 mq oscilla dai 2.850€ ai 3.500€. In questi costi non sono incluse le opere di assistenza muraria che in media possono costare il 15% che nel nostro caso circa 500€. Ma vediamo quanto costano in vari casi.

La chiusura delle tracce è inclusa nel preventivo di un impianto elettrico?

Dipende se è stato fatto un sopralluogo.  Tutti i lavori di assistenza muraria come l’apertura e chiusura delle tracce di un impianto elettrico non sono inclusi. Se è stato fatto un sopralluogo accurato l’elettricista può riportate questi costi nel preventivo, che per le tracce il prezzo in media è di 15€ al metro lineare. In alternativa può riportare la tariffa giornaliera di un elettricista che può andare dai 40€ – 50€ ora in base alle zone ed all’entità del lavoro. In ultimo esprime questo costo come una percentuale sull’intero lavoro, ad esempio 15% sul costo dei punti luce.

Come fare un preventivo di un impianto elettrico

Per fare un preventivo di un impianto elettrico un elettricista come prima cosa deve fare un sopralluogo. Poi definito cosa fare è sempre conveniente fare fare un progetto dell’impianto elettrico. A valle del progetto per fare il preventivo l’elettricista deve contare i punti luce, valutare il quadro elettrico del preventivo, definire il numero di circuiti che deve fare, stimare e fare una stima di costo anche per le opere di assistenza muraria come apertura e chiusura tracce. Nel fare un preventivo non deve considerare i costi delle forniture come placche, pulsanti, … che generalmente sono esclusi dal preventivo di base.

Risparmiare il 50% sul costo dell’impianto elettrico

Se l’intervento sull’impianto elettrico consiste nella sostituzione dell’impianto o la sua integrazione per messa a norma, potete usufruire delle detrazione del 50% sui costi del rifacimento del vostro impianto elettrico nel 2019. Infatti questa tipologia di interventi rientra nell’elenco degli interventi del bonus casa 2019 identificati dall’agenzia dell’entrate come detraibili al 50% fino ad un tetto massimo di spesa di 96 mila euro. Dopo il 2019 se non ci saranno ulteriori proroghe si tornerà ai valori di legge che sono 46 mila euro per una detrazione fiscale del 36%.

Affidati ad un professionista per ottenere un preventivo impianto elettrico

Non c’è metodo migliore per risparmiare sui lavori di chiedere e confrontare numerosi preventivi. Per qualsiasi informazione chiedi subito ai migliori elettricisti della tua zona diversi preventivi per un impianto elettrico a norma in modo gratuito, incontra le imprese, fai fare un sopralluogo e confronta le diverse offerte senza impegno.

4 commenti su “Esempio di preventivo impianto elettrico a norma di un appartamento”

  1. Pienamente d’accordo con quanto scritto in questo articolo, complimenti, è proprio ben fatto e dà le giuste informazioni per quanto riguarda gli impianti elettrici.

  2. Ok ma occorre anche valutare i costi di muratura oppure sono già compresi ? Sarà necessario anche dare un’inbiancata, almeno !

    1. Ciao Massimo,
      giusta osservazione. Nell’articolo si parla dei soli costi dell’impianto elettrico e, per scelta, non abbiamo inserito eventuali altri lavori accessori, come i lavori di muratura, tracce, imbiancatura e altri. In sostanza, l’articolo descrive i costi dei lavori a carico del solo elettricista, senza i lavori del muratore, dell’imbianchino e degli altri professionisti.
      E’ stata una scelta basata anche sul fatto che spesso riceviamo richieste di preventivo di rifacimento impianto elettrico senza i lavori di muratura.

      Grazie per il tuo commento e buona giornata,
      Daniele.

Lascia un commento o fai una domanda