Pompa di calore e fotovoltaico: quanto conviene?

Spesso si consiglia di abbinare pompa di calore e fotovoltaico per ottenere un ingente risparmio sulle utenze elettriche, o addirittura per staccarsi dalla rete pubblica del gas metano. Ma si tratta di una leggenda o di un vantaggio concreto?

Se hai bisogno di vederci chiaro, qui rispondiamo alle domande più frequenti.

E se vuoi scoprire quanto costa installare la pompa di calore e l’impianto fotovoltaico, richiedi un preventivo espresso.

Pompa di calore alimentata da fotovoltaico: perché è consigliata?

Chi consiglia di integrare la pompa di calore con il fotovoltaico, generalmente parte da un dato di fatto reale: la termopompa consuma energia elettrica per funzionare. Quindi, se si genera energia elettrica con l’impianto fotovoltaico, allora si può alimentare la pompa di calore gratuitamente. 

Questa per molti sembrerebbe la soluzione definitiva per risparmiare sulla bolletta della corrente. Ma è sempre così?

Chiaramente, c’è da fare una premessa essenziale: non tutte le abitazioni sono adatte per installare questo tipo di impianto. Anche le prestazioni possono variare notevolmente da edificio a edificio, in ragione di tantissimi fattori.

Qualche esempio? La zona climatica, lo spazio disponibile per installare una termopompa, la metratura idonea per costruire un impianto fotovoltaico ben dimensionato, la classe energetica della casa, e così via.

Perché è un problema unire fotovoltaico e pompa di calore?

L’unione tra pompa di calore e fotovoltaico, per risultare vincente, deve partire dai presupposti adatti. In primo luogo, bisogna chiedersi che cosa si intende fare con la pompa di calore, in che modo la si vuole utilizzare. Se in casa già esiste un impianto in termopompa, a maggior ragione è opportuno analizzare come si impiega, quanto consuma, che prestazioni garantisce.

Perché? Il problema, per così dire, può sorgere quando la capacità produttiva dell’impianto fotovoltaico non è sufficiente ad alimentare la pompa di calore e a coprire il 100% dei suoi consumi. E i consumi ovviamente variano in base alla tipologia di termopompa.

Ma la questione si pone solo se si crede di poter veramente azzerare le bollette… Nella realtà dei fatti, questo non è possibile, se non in rarissimi casi.

Quindi il problema non sta nell’impianto in sé, piuttosto nel nutrire delle aspettative irrealistiche. Certo è, però, che come ci sono i casi fortunati, esistono anche i casi in cui l’abbinamento termopompa – fotovoltaico è impossibile da realizzare.

Be’, nel dubbio, è sempre meglio affidarsi al parere di un tecnico.

Quale pompa di calore installare insieme al fotovoltaico?

A questo punto, come bisogna usare la pompa di calore per poter sostenere i suoi consumi con il fotovoltaico? Vediamo un po’ di casistiche.

Pompa di calore scaldacqua

La pompa di calore che si occupa esclusivamente di scaldare acqua calda sanitaria, in sostituzione del comune scaldabagno, è il tipo di termopompa che consuma di meno. Quindi, l’abbinamento all’impianto fotovoltaico è sicuramente vincente, perché l’energia solare prodotta riesce a coprire il fabbisogno della pompa di calore.

Pompa di calore per riscaldamento radiante

Se si vuole usare una pompa di calore per riscaldare la casa, stando al parere dei tecnici non c’è soluzione migliore del riscaldamento radiante, tipo quello a pavimento. Il riscaldamento a piastre radianti, che sia elettrico o termoidraulico, ha bisogno di temperature di mandata molto basse, il che si traduce in consumi ridotti da parte della pompa di calore. In una casa di dimensioni medie, tra i 100 e i 150 mq, è probabile che il fotovoltaico produca energia sufficiente per alimentare la pompa di calore e quindi il riscaldamento. Forse non al 100%, ma in buona parte sì.

Pompa di calore per riscaldamento a termosifoni

Per gli esperti, alimentare il riscaldamento tradizionale a termosifoni o radiatori con la pompa di calore è una scelta piuttosto discutibile. Il timore è che il risparmio sulla bolletta del gas possa essere compensato quasi in pieno sulla bolletta elettrica, quindi verrebbe a mancare la convenienza. Purtroppo, i termosifoni non sono terminali molto efficienti, e pure unendo fotovoltaico e pompa di calore si rischierebbe di non ottenere alcun vantaggio in termini di risparmio.

Dimensionamento fotovoltaico per pompa di calore

Abbiamo visto quali sarebbero le soluzioni più favorevoli, almeno in teoria. E in pratica? Come si da a dimensionare l’impianto fotovoltaico per sostenere il fabbisogno della pompa di calore?

Questa domanda se la fanno in molti, ma il quesito è formulato in maniera sbagliata. Non è il fotovoltaico che deve adeguarsi alla pompa di calore. E non è nemmeno la pompa di calore che deve adeguarsi al fotovoltaico. 

La soluzione come sempre sta nel mezzo. Infatti, c’è un modo solo per metterci al riparo dai guai, ed è: progettare l’impianto da zero, in modo da ottenere il perfetto dimensionamento del fotovoltaico e la perfetta funzionalità della pompa di calore a costi ragionevoli. Non possiamo immaginare fotovoltaico e pompa di calore come due elementi a sé stanti: al contrario, sono due parti di un unico sistema.

E se in casa c’è già una termopompa o l’impianto fotovoltaico? In questo caso, si dovrà valutare insieme a un tecnico di fiducia se è fattibile procedere all’integrazione, e in che modo.

Il tuo Preventivo personalizzato

Speriamo di aver dato risposta alle tue curiosità sull’abbinamento di pompa di calore e fotovoltaico. Ma per toglierti ogni dubbio, non resta che valutare la fattibilità pratica ed economica insieme a un tecnico.

Qui su PreventivONE.it trovi i migliori professionisti della tua zona. Puoi metterli a confronto, vedere le opere che hanno realizzato, leggere le recensioni, e richiedere preventivi in maniera totalmente gratuita. 

Bastano davvero pochi clic per toglierti il dubbio! In poche ore riceverai le proposte dei tecnici e, se vorrai, potrai programmare un sopralluogo.

Trova subito un professionista per il tuo progetto.
Clicca il pulsante verde e richiedi ora i tuoi preventivi!

Lascia un commento o fai una domanda