Pompa di calore: prezzi per tipologia e informazioni

Quanto costa una pompa di calore? Il prezzo medio è di circa € 1.000: si parte da un minimo di €250 e si arriva a un massimo di €1.800 a seconda delle caratteristiche dell’apparecchio. Inoltre, potrebbero esserci costi extra per delle opere complementari. Vuoi più dettagli? Continua a leggere.

Se vuoi conoscere subito il prezzo di una pompa di calore, richiedi un preventivo espresso! 

Calcolare il prezzo delle pompe di calore: cosa serve?

Per quantificare il prezzo di una pompa di calore, gli esperti in genere hanno bisogno di valutare numerosi fattori, tra cui:

  • come sarà utilizzata la pompa di calore: scalda acqua, riscaldamento, raffrescamento?
  • il fabbisogno dell’edificio: che potenza dovrà avere l’impianto?
  • la tipologia di fonte energetica impiegata: aria, acqua, suolo?
  • la complessità dell’intervento: installazione di routine oppure integrazione di più sistemi?

Chiaramente, più l’impianto è sofisticato e più i costi si alzeranno. Inoltre, se si sta provvedendo alla sostituzione del vecchio impianto di riscaldamento, e non a una costruzione ex novo, allora bisognerà tenere in considerazione anche i costi di smantellamento dell’impiantistica esistente.

Ora, vediamo quali sono i prezzi medi di mercato.

I prezzi medi della pompa di calore per tipologia

Sul mercato ci sono numerose varietà di termopompe, con funzionamento e tecnologie molto diverse. Prendendo in esame i prodotti di fascia media, i prezzi delle pompe di calore hanno un costo orientativo di circa € 1.000. 

Ma come cambiano i prezzi in base al tipo di apparecchio? Quanto può costare la pompa di calore che ti interessa? Guardiamo il prospetto dei costi.

Tipologia di Pompa di CalorePrezzo
Pompa di calore per acqua calda sanitariaa partire da 300 €
Pompa di calore aria - ariaa partire da 250 €
Pompa di calore aria - acqua300 € - 900 €
Pompa di calore acqua - acqua (geotermica)700 € - 1.800 €
Pompa di calore terra - acqua (geotermica)600 € - 1.800 €

Nota Bene! I prezzi cambiano in base alle tue esigenze e alla zona in cui risiedi.
Chiedi ai professionisti di PreventivONE.it e scopri le migliori tariffe della tua zona.

Funzionamento della pompa di calore (in modo semplice)

Se stai valutando l’installazione di una pompa di calore, i prezzi non sono l’unico aspetto cui prestare attenzione. Prima di tutto bisogna comprendere il funzionamento della termopompa.

La pompa di calore è una macchina installata all’esterno della casa e collegata all’impianto di riscaldamento. L’apparecchio capta il calore da diverse fonti: aria, acqua, terra. Non necessita integrazioni alla rete del gas metano e, a seconda della zona climatica e del contesto, può restituire nel tempo un risparmio significativo in bolletta.

Differenze tra le tipologie di termopompa

La prima distinzione da fare per le pompe di calore è la finalità dell’utilizzo: come visto nel prospetto dei costi, possiamo avere termopompe che fungono da semplice scaldabagno, che alimentano il riscaldamento, oppure che provvedono anche al raffrescamento. La versione più evoluta della pompa di calore integra tutte e tre le funzionalità.

La seconda distinzione avviene per tipo di fonte energetica impiegata. La pompa di calore più diffusa in Italia sfrutta il meccanismo aria – acqua: il calore dell’aria viene utilizzato per gestire l’impianto termoidraulico e la climatizzazione. L’alternativa sarebbe la termopompa aria – aria, molto simile ai condizionatori.

Infine, troviamo le termopompe geotermiche, sempre collegate all’impianto termoidraulico, che prelevano o l’acqua di falda tramite un pozzo, oppure l’energia termica contenuta nel suolo.

Ti interessa approfondire? Leggi la nostra Guida alle pompe di calore.

Detrazione e conto termico per pompa di calore

Restando in tema pompa di calore, prezzi e spese varie da dover sostenere, c’è una buona notizia. Chi sostituisce un impianto di riscaldamento obsoleto può accedere a diverse tipologie di agevolazione. E le misure sono valide anche per la pompa di calore.

  • Bonus Ristrutturazioni: equivale a una detrazione Irpef del 50% per recuperare le spese sostenute nell’arco di 10 anni. Non sono richiesti particolari requisiti energetici, ma semplicemente un’innovazione rispetto agli apparecchi precedenti.
  • EcoBonus: riconosce una detrazione Irpef o Ires del 65% sulle spese di acquisto e installazione, recuperabile in 10 anni oppure immediatamente effettivo tramite cessione del credito. Si applica solo in caso di riqualificazione energetica ed è soggetto a determinati parametri di efficienza.
  • Conto Energia Termico: il GSE riconosce uno sconto variabile, non superiore al 65%, sugli impianti non oltre i 35 kW, che viene erogato entro i 2 anni dai lavori. 

In molti si chiedono quale sia l’agevolazione più indicata per il proprio caso specifico: richiedere l’accesso al conto termico, oppure alle detrazioni fiscali? Un dilemma che può essere risolto solo da un tecnico, in base alle particolari caratteristiche dell’intervento.

Il tuo Preventivo Personalizzato

Dopo questa panoramica sulle pompe di calore, i prezzi, il funzionamento e le possibilità di risparmio, è il momento di chiudere il cerchio. 

Vuoi sapere quanto costa il progetto che hai in mente? Scoprilo su PreventivONE.it: il nostro database raccoglie le ditte e gli esperti più apprezzati. Ci trovi anche i professionisti della tua zona. 

Puoi contattarli gratuitamente e senza vincoli: in poche ore riceverai una valutazione e una proposta di preventivo per installare la tua nuova pompa di calore. Hai sempre un occhio per il risparmio? Confronta più preventivi e trova l’offerta più vantaggiosa. 

Pompa di calore? Dall’idea all’installazione… in pochi clic!
Clicca il pulsante verde e richiedi ora i tuoi preventivi!

Lascia un commento o fai una domanda