Sanificazione ambienti: costi e procedure

Quando si parla di sanificazione ambienti, si intende un’operazione mirata a debellare e sconfiggere tutti quegli agenti patogeni e contaminanti che, con una normale pulizia o una disinfezione classica, sarebbe impossibile rimuovere. Obiettivo principale della sanificazione è condurre la carica virale e microbica di un ambiente, a condizioni igieniche ottimali.

Nello specifico, con la parola sanificare, si intendono tutte quelle azioni volte a sanitizzare un ambiente, mediante l’utilizzo di detergenti e di strumenti specifici. Una corretta ed efficace sanificazione ambientale non è un’operazione complessa, ma per poterla effettuare, bisogna essere in possesso di attrezzature e di capacità specifiche.

Le principali procedure ad oggi utilizzate per sanificare gli ambienti sono:

  • Con ozono
  • Erogatori di aerosol
  • Atomizzatore elettrostatico

In questo articolo vediamo cosa vogliono dire le diverse procedure e cosa dice la normativa di riferimento. Come prima cosa è importante segnalare che la normativa chiarisce che un lavoro di sanificazione può essere svolto solamente da imprese e ditte abilitiate. Un’impresa per essere abilitata ad effettuare interventi di sanificazione deve soddisfare determinati requisiti di legge e ed essere regolarmente iscritta alla camera di commercio. Affidati solamente a ditte di pulizia esperte ed abilitate.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Costo sanificazione al mq

Definire il prezzo preciso di un intervento di sanificazione al mq senza effettuare un sopralluogo è complicato. Come puoi immaginare i motivi sono diversi, ma principalmente l’impresa deve valutare sul posto la migliore tecnica e procedura da effettuare. La situazione iniziale degli ambienti, la facilità di accesso e l’intervento richiesto possono far variare di il costo della sanificazione.

E’ comunque utile avere dei riferimenti per valutare il costo al mq di una sanificazione di casa, ufficio o un negozio con la tecnica più utilizzata, l’ozono. Per dare un’idea di seguito trovi dei costi di sanificazione con ozono per ambienti fino a 50 mq ad oltre 100 mq.

Sanificazione ambientiCosto medio
Fino a 50 mq50€ - 70€
Da 50 mq a 100 mq60€ - 150€
Oltre 100 mqda 100€ in su

Come anticipato per conoscere il prezzo della sanificazione al mq precisa è fondamentale un sopralluogo. Chiedi diversi preventivi alle migliori imprese di sanificazione della tua zona e confronta senza impegno le diverse offerte.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Quanto costa la sanificazione ambienti

Prima di entrare nel dettaglio delle procedure di sanificazione è utile fare una stima di quanto costa la sanificazione ambienti. ambientale è importante ricordate che si tratta di un intervento specialistico. E’ vietato il fai da te, e non ti puoi rivolgere ad una impresa di pulizie qualsiasi. Una ditta seria può farti un prezzo reale solamente dopo un accurato sopralluogo. Per avere dei riferimenti questi sono dei costi medi per la sanificazione ambienti che puoi trovare nelle principali città Roma, Milano, Torino, Bologna, Trieste, Napoli, Palermo…

  • Sanificazione di un ambiente interno di piccole dimensioni: per ambiente di piccole dimensioni si intendono quelli di superficie compresa tra 0 e 200 mq. Per questa tipologia di ambiente la sanificazione costa circa 200 euro.
  • Sanificazione di un ambiente interno di grandi dimensioni: in questo caso vengono presi in considerazione gli ambienti fino a 1000 mq, per il quale il costo di sanificazione si aggira intorno ai 400 euro.
  • Sanificazione di un condominio: per sanificare un ambiente di questo tipo, il costo dovrà essere sostenuto proporzionalmente da tutti i condomini per un totale di circa 300 euro.
  • Sanificazione di un locale commerciale: che si tratti di un ristorante, di una bottega o di un bar, è indispensabile effettuare interventi di questo tipo per garantire la sicurezza dei clienti e dei dipendenti. Per attuare questo tipo di intervento, il titolare deve andare incontro ad una spesa di circa 800 euro.
  • Sanificazione di un ufficio: per consentire ai dipendenti di svolgere il loro lavoro con serenità, anche gli uffici devono essere sottoposti a sanificazione degli ambienti interessati per un costo che si aggira intorno ai 500 euro.

Ricorda che è vietato il fai da te, e non tutte le imprese possono fare il lavoro. Devi affidare il lavoro solamente ad imprese abilitate rispetto alla normativa e regolarmente iscritte alla camera di commercio nell’apposita sezione

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Le fasi di una sanificazione ambientale

Primissima regola di una efficace e ottimale sanificazione, è che essa venga effettuata in ambienti, solo nel momento in cui non vi sia la presenza di persone (o animali). Principalmente, le fasi della sanificazione sono:

  • Eliminazione di residue di piccole o grosse dimensioni
  • Detersioni delle superfici da trattare
  • Risciacquo
  • Disinfezione
  • Secondo risciacquo
  • Asciugatura

Effettuando queste semplici operazioni in sequenza, si ridurranno al minimo e si preverranno, i depositi di nuovi residui.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Quali prodotti sanificanti vengono usati

I prodotti sanificanti sono, assolutamente diversi da quelli detergenti, in quanto contengono sostanze antibatteriche; le sostanze contenute nei sanificanti sono, essenzialmente:

  • Alcool (o etanolo), utile soprattutto per abbattere la carica virale dei virus, per eliminare le spore dei funghi, e per uccidere le proteine presenti nelle cellule.
  • Cloro, efficace contro i germi e la loro totale eliminazione; non è nocivo per la salute e non lascia aloni o macchie sulle superfici trattate.
  • Diclosan e triclosan, come il cloro, non sono nocivi e non lasciano aloni o macchie. Sono efficaci perché hanno il potere di andare a interrompere il legame chimico tra le molecole dei vari microrganismi.
  • Sali di ammonio, sostanza utile per sanificare a fondo, in quanto penetra nelle superfici più rugose e profonde, e adatta per debellare funghi e batteri.
Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Sanificare gli ambienti di casa dai virus

Un intervento di sanificazione è anche efficace sull’eliminazione dei virus e, in questo momento, ha effetto anche sul “famigerato covid-19”, o più comunemente chiamato coronavirus.

Un virus, è di per sè, abbastanza semplice dal punto di vista della sua struttura. Sono rivestiti da lipidi e proteine, al cui interno si trova una sorta di “mantello protettivo” che circonda il genoma virale e tutte quelle sostanze che sono necessarie alla sua replicazione. Questi microorganismi minuscoli hanno bisogno, per riprodursi e sopravvivere, di una cellula “ospite” che può avere origine animale, batterica o virale.

Ora l’attenzione di tutti è, ovviamente, focalizzata sul coronavirus, che appartiene ad una vasta famiglia di virus. Questi virus sono noti per causare malattie che vanno dal comune raffreddore, a malattie più gravi come la SARS(sindrome respiratoria acuta grave) o la MERS (sindrome respiratoria mediorientale).

E’ definito “nuovo coronavirus” in quanto appartiene ad un ceppo mai identificato prima dall’uomo. Mai identificato prima di essere comparso in Cina, nella città di Wuhan, nel dicembre del 2019, e “approdato” in Italia con il suo primo caso, il 21 febbraio del 2020.

La trasmissione di un virus avviene da un individuo all’altro, in caso di stretto contatto, e tramite le goccioline del respiro di un soggetto infetto, quindi tramite saliva, tosse, starnuti e contatto delle mani, che hanno toccato superfici o oggetti contaminati.

Per evitare il contagio, è necessario identificare e isolare persone contagiate o sospetti contagiati. In aggiunta si devono osservare alcune norme igieniche, tra le quali lavarsi spesso le mani, semplicemente con acqua e sapone, o detergenti neutri, evitare di toccarsi occhi, bocca e naso con le mani, mantenere una distanza adeguata dalle altre persone (almeno un metro), e sanificare gli ambienti.

Ma la sanificazione ambienti è un procedura da effettuare sempre non solo in tempi di Coronavirus. Vivere in un ambiente sano e privo di ambienti patogeni, batteri, virus, fughi e muffe deve essere una nostra prerogativa. Contatta una ditta esperta di sanificazione gratis e senza impegno.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Pulizie, disinfezione e sanificazione ambienti

Comunemente si è portati a fare confusione tra pulizie, disinfezione e sanificazione ed a utilizzarli in maniera non appropriata; in particolare, il più delle volte, si parla di pulizie anche nei casi di igiene più avanzati. Veniamo quindi a spiegare la differenza tra queste procedure:

PULIZIA: la pulizia è un’operazione preliminare di base, che precede i successivi procedimenti di disinfezione e sanificazione; si intende tutto quell’insieme di operazioni volte a eliminare lo “sporco visibile” (materiale organico, polvere, grasso, liquidi, ecc.) da qualsiasi ambiente o superficie visibile. La pulizia si ottiene, togliendo lo sporco in maniera meccanica o manuale, con l’utilizzo di acqua e detergenti

DISINFEZIONE: la disinfezione deve essere preceduta da una pulizia accurata dell’ambiente o superficie da trattare, per evitare che eventuali residui possano comprometterne l’efficacia. Questa procedura si effettua per eliminare microorganismi patogeni e consiste nell’utilizzo di agenti disinfettanti. Questi prodotti sono di origine chimica o fisica che sono in grado di eliminare o inattivare il carico microbiologico in ambienti o superfici.

SANIFICAZIONE: anche la sanificazione deve essere preceduta da una pulizia accurata di ambienti o superfici da sanificare. Come già detto in precedenza, è un procedimento che serve a distruggere e ad eliminare qualsiasi agente patogeno o contaminante. Sanificare elimina batteri e virus che, con le normali operazioni di pulizia o disinfezione, non si riesce a rimuovere completamente.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Vantaggi della sanificazione ambientale

I vantaggi di questa operazione sono molteplici: eliminazione dei cattivi odori; abbattimento di agenti chimici e biologici altamente inquinanti; abbattimento di virus, batteri, muffe, funghi e agenti patogeni; eliminazione di allergeni; riduzione di particelle fini che derivano dall’inquinamento.

Durante l’operazione di sanificazione ambientale, ogni impresa ricorre alla fase del risciacquo, processo fondamentale per l’eliminazione dei prodotti disinfettanti, evitando, così, la contaminazione chimica. Tuttavia esistono alcuni prodotti realizzati appositamente per essere utilizzati senza il risciacquo.

In questo periodo di emergenza nazionale, dovuta alla pandemia da Covid-19, questa procedura è tornata alla ribalta e se ne parla sempre più spesso. Ma la sanificazione ambientale deve essere una pratica ordinaria, soprattutto all’interno di uffici e luoghi frequentati quotidianamente dal pubblico, come previsto dalle ordinanze attualmente in vigore.

Gli ambienti vanno monitorati costantemente, con interventi regolari, in modo da garantire un’opportuna igienicità. Noi trascorriamo almeno l’80% della nostra giornata, sul nostro luogo di lavoro, che è un ambiente chiuso, quindi molto più soggetto a infestazione da virus e contaminazioni batteriche.

Non solo uffici e casa, anche sanificare le parti comuni del condominio è importante. Fai organizzare in modo regolare la sanificazione condominio dal tuo amministratore per avere garanzia di una pulizia profonda da virus e batteri nel condominio. Puoi tranquillamente contattare una impresa gratis per fare una valutazione e presentarla all’amministratore o agli altri condomini.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

La sanificazione degli uffici

Importante, quindi, la sanificazione degli uffici. Nella pandemia da Covid-19, per quanto concerne gli uffici, le attività produttive e commerciali, nello specifico quelli rimasti chiusi durante il lock down nazionale, sono i primi a dover mettere in atto adeguate e attente procedure di sanificazione.

Secondo uno specifico protocollo, firmato da governo e sindacati, le aziende devono garantire “la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica di locali, ambienti, postazioni di lavoro e aree comuni e di svago”. Questo vuol dire che sono comprese le postazioni di lavoro, pc e schermi, mouse, tastiere, macchinette per la distribuzione di snack e bevande, locali di mensa e spogliatoi.

Spetta, quindi, a datori di lavori e titolari di imprese, effettuare a proprie spese, interventi di sanificazione adeguati, rivolgendosi a ditte specializzate, usufruendo però a incentivi ministeriali.

Secondo l’ISS (Istituto superiore della Sanità) resta chiaro e definito che “la disinfestazione diventa imprescindibile negli ambienti nei quali si sono verificati casi di positività”.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Sanificazione delle strade

Un discorso a parte si potrebbe fare per la sanificazione delle strade, e il discorso si fa un pochino più complicato; non è stata ancora accertata la possibilità che il Coronavirus possa contaminare le strade su cui camminiamo e contribuire alla trasmissione del virus.

A tal proposito è stata emanata una Circolare dal Ministero della Salute che cita testualmente:

È importante sottolineare che esistono informazioni contrastanti circa l’utilizzo di ipoclorito (ndr: sostanza utilizzata perlopiù per la sanificazione degli ambienti) e la sua capacità di distruggere il virus su superfici esterne (strade) e in aria. L’efficacia delle procedure di sanificazione per mezzo dell’ipoclorito su una matrice complessa come il pavimento stradale non è peraltro estrapolabile in alcun modo dalle prove di laboratorio condotte su superfici pulite

Vi sarebbero, infatti, prove ed evidenze che l’ipoclorito di sodio, potrebbe reagire con il materiale organico presente sulle strade. Queste reazioni possono causare la formazione di agenti cancerogeni, molto pericolosi per la popolazione, oltre a contaminare i fiumi e le riserve di acqua locali.

Persino la Cina, che è stata la prima vittima del Covid-19, ha messo in dubbio l’efficacia della sanificazione delle strade, che provocherebbe, secondo diversi studi effettuati nei loro laboratori, inquinamento ambientale.

Sulla base di tutte queste valutazioni, il Ministero della Salute consiglia di limitare al minimo questa procedura, e di effettuarla solo se strettamente necessario e, ovviamente, fornendo i DPI agli operatori.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Ozono per sanificare gli ambienti

La sanificazione è una procedura che si può effettuare, quindi, sia in ambienti pubblici che privati, principalmente attraverso queste diverse metodologie. Quella della sanificazione ad ozono è ad oggi quella più utilizzata. Vediamo perché.

L’ozono è uno dei più potenti battericidi presenti in natura. Agisce in maniera molto più efficace del cloro, su batteri, muffe e funghi andando a distruggere la permeabilità delle loro cellule e determinandone la morte in pochissimi istanti.

E’ una molecola che è costituita da tre atomi di ossigeno, e svolge una potentissima azione ossidante, in grado di fare reazione con sostanze organiche e inorganiche; il suo effetto fungicida, battericida e inattivante dei virus, è noto sin dalla fine del diciannovesimo secolo.

La sua applicazione fa già la sua comparsa, infatti, agli inizi del ventesimo secolo, negli impianti di acqua potabile delle grandi città e, successivamente, si è iniziato a utilizzare anche nel settore alimentare.

Estremamente efficace sui virus, come appena detto, in quanto danneggia il capside e abbatte completamente la loro carica virale, andando ad interrompere il ciclo vitale e riproduttivo, grazie al processo di ossidazione e inattivandolo in un periodo variabile tra i 15 e 1 25 minuti.

Essendo un gas, l’ozono permette una sanificazione molto minuziosa, in quanto è in grado di raggiungere gli spazi meno accessibili e inarrivabili; è una procedura estremamente efficace e molto richiesta.

Un’altra caratteristica dell’ozono è che è ecologico, in quanto viene creato tramite la trasformazione dell’ossigeno presente nell’aria, senza l’utilizzo di agenti e prodotti chimici.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Sanificazione con ozono

L’ozono è un gas instabile, dopo circa 30-35 minuti, termina la sua azione ossidante e si riconverte in ossigeno, dissolvendosi e senza lasciare, negli ambienti trattati, residui chimici o cattivi odori. Il trattamento di sanificazione con ozono deve avvenire senza la presenza di persone o animali, dentro gli ambienti trattati.

Riconosciuto dal Ministero della Sanità, come presidio naturale di sterilizzazione di ambienti contaminati, con protocollo n.24482 del luglio 1996.

L’ampia normativa a tutela della salute e i dati scientifici, stabiliscono e garantiscono che, attualmente la sanificazione mediante l’utilizzo di ozono, è il trattamento più efficace, più sicuro, più naturale ed economico esistente, per aria, acqua e superfici.

Riassumendo, i vantaggi del trattamento di sanificazione ad ozono è:

  • Sicuro
  • Rapido ed efficace
  • Previene i rischi
  • Arriva ovunque

Il costo per una buona sanificazione, dipende dalla quantità di ozono usato e dal tempo impiegato per la procedura stessa, ma anche da cosa si intende sanificare (aria, acqua, tessuti, superfici).

Delimitando un ambiente da saturare, si può effettuare un ottimo intervento di sanificazione, ad un prezzo vantaggioso, se si calcolano i benefici che si ottengono.

Secondo studi approfonditi, se si effettua una sanificazione su una stanza di 100 metri cubi, per circa 20-25 minuti, misurando i risultati, la carica microbica dell’aria è diminuita di almeno il 60%, per muffa e lieviti circa il 40-45%, e addirittura del 85-90% sulle superfici per quello che riguarda muffa e lieviti.

Indicativamente, comunque, il prezzo di una sanificazione ambientale, è da considerare a metro quadrato e si aggira intorno a 1,50 euro al mq.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Sanificazione con erogatori di aerosol

Questa tecnica viene utilizzata in ambienti dove il rischio che si sviluppino patologie, anche contagiose, è molto alto, ad esempio ambulanze e mezzi di soccorso. La procedura di sanificazione con erogatori di aerosol ha un alto potere sanificante ed è molto semplice.

Sanificare con aerosol consiste nell’immettere, tramite erogatori, aerosol secco (a nebbia fredda) che non bagna le superfici presenti e non lascia aloni o patine, e permette la distruzione di virus e batteri.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Sanificazione con atomizzatore elettrostatico

L’atomizzatore elettrostatico, è un erogatore spray, usato per la sanificazione di oggetti tridimensionali e superfici complesse, al cui interno viene applicata una carica elettrica all’agente liquido nel momento dello spruzzo.

La tecnica di sanificazione con atomizzatore elettrostatico modifica gli atomi della soluzione liquida in particelle con una maggiore carica positiva, rendendo le goccioline più “forti” (di carica) rispetto alla superficie o all’oggetto che si deve trattare che quasi sempre hanno carica negativa o neutra.

La sostanza liquida e le superfici o gli oggetti, si attraggono perché hanno carica opposta, proprio come succede con i magneti, e mantengono l’aderenza sulle superfici, fino a quando tutti gli elettroni non si saranno ridistribuiti e saranno tornati allo stato di neutralità.

I disinfettanti utilizzati in questa procedura sono i sali di ammoni; questa procedura di sanificazione è una delle più utilizzate nella battaglia al Covid-19 per rendere gli ambienti e i luoghi di lavoro più sicuri. Viene utilizzata per sanificare ambienti interni di piccole e grandi dimensioni, ambienti esterni anche di grandi dimensioni.

E’ un intervento di prevenzione e sanificazione ambienti con procedure e attrezzature come previsto dal Ministero della Salute con Circolare Ministeriale n. 5443 del 22/2/2020.

L’intervento deve essere eseguito da tecnici specializzati, i quali, al termine della sanificazione, rilasceranno un attestato di avvenuta sanificazione, con allegate le schede tecniche e di sicurezza delle attrezzature e dei prodotti utilizzati.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Quando effettuare una sanificazione ambienti

Indipendentemente dalle tecniche utilizzate, per la sanificazione di un ambiente, è opportuno ribadire che questo procedimento, dovrebbe diventare un’attività consueta e di routine. Se non si interviene, ad intervalli regolari, si correrà il rischio di una contaminazione batterica, che se non viene trattata efficacemente, porterà alla moltiplicazione dei batteri.

E’ molto importante, quindi, attuare tutte le misure preventive, con interventi di sanificazione regolari e costanti nel tempo, per far sì che gli ambienti risultino sempre salubri e sanificati.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

La normativa sulla sanificazione ambienti per coronavirus

In questo momento, particolarmente delicato, dovuto all’emergenza Covid-19, ha molta importanza, sanificare gli ambienti, soprattutto, quelli di lavoro, per la sicurezza di proprietari e lavoratori.

Con la Circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020, che fa seguito alla n. 1997 e 2302 di gennaio c.m., il Ministero della Salute ha fornito indicazioni sulle misure di contenimento e di gestione dell’epidemia da coronavirus; vediamo nello specifico le indicazioni per la pulizia degli ambienti di lavoro, sanitari e non.

E’ oramai dimostrato scientificamente, che i virus come il covid-19, resistono sulle superfici fino a 9-10 giorni; allo stesso tempo, è stato appurato che gli stessi, non resistano ai processi di adeguata sanificazione; al momento non esistono prove contrarie a questa evidenza, che il suddetto virus, abbia una maggiore sopravvivenza ambientale o una minore suscettibilità ai prodotti usati per la sanificazione.

Sanificazione ambienti sanitari

Per quanto riguarda gli ambienti sanitari, evidenze scientifiche hanno ampiamente dimostrato che i disinfettanti ospedalieri, quali etanolo, perossido di idrogeno, ipoclorito di sodio, utilizzati nei procedimenti di sanificazione, siano estremamente efficaci e ampiamente sufficienti, nella battaglia al coronavirus.

Il personale specializzato alla sanificazione, deve essere formato e munito dei dispositivi di protezione individuale (DPI), previsti dalla normativa vigente, e seguire le procedure di vestizione e svestizione come previsto dalla legge.

La stanza di isolamento dovrà essere sanificata giornalmente, soprattutto in caso di dimissione di un paziente, da personale con protezioni DPI; così come le aeree dedicate a vestizione e svestizione degli operatori.

Le attrezzature riutilizzabili devono essere sanificate dopo ogni utilizzo; i carrelli delle pulizie non devono, per nessun motivo, entrare nella stanza; obbligatoria la mascherina, i camici e i calzari, guanti, visiera di plastica, tutti rigorosamente monouso.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Sanificazione ambienti non sanitari

Per quanto concerne ambienti non sanitari, quali uffici pubblici, mezzi di trasporto o qualsiasi luogo di lavoro, dove ci siano stati soggetti contagiati da covid-19, prima di essere ospedalizzati, o messi in quarantena domiciliare, si dovranno applicare adeguate pulizie di ambienti e superfici, potenzialmente contaminate.

Questi dovranno essere puliti con acqua e comuni detergenti, prima di essere di nuovo utilizzati; per la decontaminazione, sono consigliati ipoclorito di sodio, etanolo (o più comunemente chiamato alcool), dopo la pulizia con detergente. Durante questi procedimenti di pulizia, assicurarsi che gli ambienti trattati, siano opportunamente areati e ventilati.

Il personale addetto al processo di pulizia dovrà essere munito di DPI (mascherina ffp2 o ffp3, guanti monouso, protezione facciale di plastica, camice a maniche lunghe, calzari) e rispettare le norme di vestizione e svestizione previste nella normativa. Tutti questi dispositivi di sicurezza indossati, dovranno essere rigorosamente monouso e quindi smaltiti dopo l’uso, come materiale potenzialmente infetto.

Devono essere pulire tutte le superfici che potrebbero essere state toccate dal soggetto infetto: muri, finestre, servizi sanitari. Qualsiasi tessuto si possa lavare in lavatrice, va effettuato un lavaggio a 90 gradi, per tessuti che non si possono lavare ad alte temperature, procedere al lavaggio con aggiunta di candeggina o ipoclorito di sodio.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Procedure di sanificazione a norma di legge

I procedimenti di sanificazione sono normati dallaLegge n.82 del 25 Gennaio 1994“, che illustra e disciplina tutte le attività di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione. L’obiettivo principale è la tutela dei cittadini e degli operatori del settore, in quanto, per effettuare questi processi, si utilizzano prodotti chimici; inoltre, per effettuarli, bisogna essere in possesso di autorizzazioni e certificazioni.

Infatti, per poter effettuare questi lavori, bisogna rivolgersi a aziende specializzate, che risultano iscritte in elenchi specifici della Camera di Commercio. Qualche anno dopo, è stato emanato il Decreto n.274 del 7 luglio 1997 in cui vengono indicate le normative e i requisiti che devono avere le imprese per effettuare pulizie, disinfezione, disinfestazione, sanificazione e derattizzazione ambientale.

In particolare, l’Articolo 1, prevede al punto “e” , come citato dalla legge: e) sono attività’ di sanificazione quelle che riguardano il complesso di procedimenti e operazioni atti a rendere sani determinati ambienti mediante l’attività’ di pulizia e/o di disinfezione e/o di disinfestazione ovvero mediante il controllo e il miglioramento delle condizioni del microclima per quanto riguarda la temperatura, l’umidità’ e la ventilazione ovvero per quanto riguarda l’illuminazione e il rumore.

Molto spesso queste tecniche vengono confuse e utilizzate come sinonimi, ma esse sono completamente diverse tra di loro. Nel momento in cui, devi effettuare un intervento di sanificazione, richiedi un preventivo alle ditte specializzate nel settore; per capire se è un’impresa abilitata, essa deve rispettare i requisiti delle leggi prima citate, e deve essere iscritta presso le liste speciali della Camera di commercio della sua zona.

Per quanto riguarda i requisiti tecnici e organizzativi, l’azienda deve avere un suo responsabile tecnico che abbia un diploma di scuola secondaria o universitaria in materia attinente a quel tipo di attività; deve essere in possesso di un attestato di qualifica tecnica attinente l’attività di sanificazione; avere almeno 3 anni di esperienza in aziende che svolgono attività di sanificazione.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Scegli impresa di sanificazione migliore

Arrivati a questo punto è chiaro che per effettuare un ottimo intervento di sanificazione ambientale la scelta dell’impresa è fondamentale. Non solo, ma come abbiamo visto la ditta deve anche rispettare per legge alcuni requisiti.

Per fare sanificare un ambiente di casa, di un ufficio o di un negozio chiedi gratis diversi preventivi alle migliori ditte di sanificazione abilitate e confronta senza impegno le diverse offerte. Il confronto di diverse imprese ti permette di ottenere il miglior preventivo di sanificazione e di scegliere al meglio tra diverse opzioni. Affidati solamente a professionisti esperti ed abilitati.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Se sei una impresa di pulizie, sanificazione, disinfestazione o derattizzazione e vuoi ricevere gratis richieste di preventivo per trovare nuovi clienti, registrati gratis seguendo questo link: Registra la tua impresa GRATIS

Lascia un commento o fai una domanda