Tipi e schemi di posa parquet

Tipi e schemi di posa per ogni qualità di parquet

Gli schemi di posa del parquet rappresentano i vari metodi utilizzati per posizionare le assi di parquet sul pavimento, con l’obiettivo di creare linee, forme geometriche o effetti di movimento che donano pregio estetico all’ambiente.

Di schemi di posa ce ne sono tantissimi e prendono vari nomi. È importante conoscerli per poter valutare la resa stilistica che ogni schema apporta agli ambienti, i costi di acquisto e di posa per ciascun tipo di parquet, e i materiali più adatti per un effetto ottimale.

Se hai già le idee chiare, richiedi subito un preventivo espresso! Oppure, continua a leggere.

preventivo espresso richiedi subito
preventivo espresso richiedi subito

Gli schemi di posa del parquet più belli e richiesti

Il parquet ha una lunga storia, basti pensare che l’invenzione della posa a spina di pesce si attribuisce ai Romani. Ha fatto il giro dei palazzi nobiliari e ha dato sfarzo alla reggia di Versailles… ma oggigiorno, il pavimento in legno è alla portata di tutti. 

Vediamo, allora, quali sono gli schemi di posa del parquet più in voga, per quali ambienti sono indicati e con quali tipologie di parquet si possono realizzare, a partire dal classico legno massello fino ad arrivare alle alternative più economiche.

Posa a cassero

La posa parquet a cassero regolare ricorda l’allineamento sfalsato di un muro di mattoni, anche se prende il nome dal gergo della marina. É molto usata e di semplice realizzazione.

Si realizza con una posa dritta (come nella foto) o in diagonale, con parquet tradizionale, prefinito o con pavimenti effetto legno.

Posa a tolda di nave

La posa parquet a tolda di nave è tra le più utilizzate oggigiorno. Anche questa prende il nome dai pavimenti delle grandi navi del passato e ha un fascino intramontabile.

Si realizza con una posa dritta (come nella foto) o in diagonale, con parquet tradizionale, prefinito o con pavimenti effetto legno.

Posa a correre parallela

La posa parquet parallela a correre è di estrema semplicità, ma può valorizzare debitamente il legno (o finto legno) con trame e colori variegati. Si realizza con una posa dritta (come nella foto) o in diagonale, con parquet tradizionale, prefinito o con pavimenti effetto legno.

Posa a spina di pesce all’italiana

La posa parquet a spina di pesce all’italiana è un classico che vive in eterno, con la particolare inclinazione dei listoni di 90°. Un’accortezza: lo schema va direzionato a partire dall’ingresso della stanza verso la parete di fondo.

Si realizza con parquet tradizionale, prefinito o all’occorrenza con pavimenti effetto legno, ma dà il meglio in ambienti classici ed eleganti.

Posa a spina di pesce doppia o tripla

La posa parquet a spina di pesce può essere anche doppia (come in foto) o tripla. Mantenendo l’inclinazione di 90° è sempre indicata come “all’italiana”.

Si realizza con parquet tradizionale, prefinito o all’occorrenza con pavimenti effetto legno, ma dà il meglio in ambienti classici ed eleganti.

Posa a spina francese e ungherese

La posa parquet a spina di pesce con i listoni rifilati che convergono su una linea si chiama francese o ungherese in base all’inclinazione dei listelli: 45° la prima e 30° la seconda.

Si realizza con parquet tradizionale, prefinito o all’occorrenza con pavimenti effetto legno, ma dà il meglio in ambienti classici e raffinati.

Posa Chantilly

La posa parquet Chantilly con è indicata per immobili di pregio, ma può essere reinventata anche in chiave contemporanea, in base alle essenze del legno.

Si realizza completa di fascia e bindello, con parquet tradizionale e prefinito. Da sperimentare con pavimenti effetto legno per un look più moderno.

Posa Versailles

La posa parquet Versailles è la firma dei palazzi nobiliari di pregio, con fascia e bindello che impreziosiscono spazi ampi e di classe.

L’ideale è la realizzazione con parquet classico, per non perdere il valore tradizionale di questo schema di posa.

Posa a quadri o scacchi

La posa parquet a quadri o scacchi è molto bella negli ambienti in cui il disegno geometrico calza a pennello.

Si realizza con parquet tradizionale, prefinito o con finto parquet, con o senza fascia e bindello. Più particolare la posa in diagonale, quando dà slancio allo spazio.

Posa a mosaico

La posa parquet a mosaico utilizza dei listoni più grandi rispetto alla posa a scacchi, per questo i quadrati che si formano sono più ampi.

Si realizza con parquet tradizionale, prefinito o con finto parquet, con o senza fascia e bindello. Più particolare la posa in diagonale, quando l’ambiente ne giova.

Posa a intreccio di vimini

La posa parquet a intreccio di vimini o a cesto di vimini riproduce una fitta ed elegante trama sul pavimento. Si realizza con parquet tradizionale, prefinito o con pavimenti effetto legno, a seconda dello stile che si vuole conferire: più classico o più moderno.

Posa a intrecci di vimini doppio

La posa parquet a intreccio di vimini può essere anche doppia se si impiegano listoni di tonalità distinte che contribuiscono a impreziosire la trama.

Si realizza con parquet tradizionale, prefinito o con pavimenti effetto legno, a seconda dello stile che si vuole conferire: più classico o più moderno. In ogni caso, dà il meglio di sé in contesti eleganti.

Quanto incide lo schema di posa sui prezzi del parquet?

È importante precisare quali sono i fattori che incidono sulla spesa complessiva per la sostituzione del parquet o dell’installazione ex novo. 

In primo luogo, i materiali: il parquet in legno nobile massello è la scelta più pregiata, seguono il parquet prefinito o multistrato, il laminato, il gres porcellanato e il PVC o polvere di pietra effetto legno. Anche la tipologia di posa (incollata, inchiodata, flottante, a incastro) incide sulla spesa finale ed è strettamente correlata sia alla scelta dei listoni sia allo schema di posa.

Veniamo proprio allo schema di posa: quando influisce sul costo dell’opera? Vediamo come orientarsi. 

Posare i listoni nel loro formato originale, senza tagli né lavorazioni, ha un impatto economico minore perché non ci sono grossi sprechi di materiale (solo rifili in prossimità delle pareti) e i tempi di posa sono contenuti. 

Per stili di posa del parquet che richiedono il taglio costante delle assi (come per la spina di pesce francese o ungherese) il prezzo chiaramente aumenta. In senso assoluto, gli schemi di posa artistici che riproducono forme geometriche complesse sono i più costosi in termini di materiali e di manodopera.

Ti consigliamo il nostro approfondimento sui costi di acquisto e installazione del parquet.

Il tuo Preventivo su Misura

Speriamo avrai trovato lo schema di posa parquet più adatto alla tua casa. Se vuoi sapere quanto costa, richiedi subito un preventivo su PreventivONE.it! Nella nostra piattaforma puoi inviare gratuitamente una richiesta di preventivo e ricevere in poche ore le proposte degli specialisti di parquet della tua zona.

Dai vita al tuo progetto dei sogni.
Clicca sul pulsante verde e ottieni i tuoi preventivi!

richiedi preventivi da casa


richiedi preventivi da casa

Lascia un commento o fai una domanda