Quanto costa togliere una vasca e mettere un box doccia

Sicuramente vi è capitato di pensare più di una volta alla sostituzione vasca da bagno con doccia. La motivazione principale è quella di risparmiare spazio. Ma quanto costa togliere una vasca e mettere un box doccia? Scopriamolo insieme.

Nelle case vecchie la vasca da bagno era sempre presente, ma ora le esigenze di spazio, per esempio per i numerosi elettrodomestici di cui ormai non possiamo fare a meno, richiedono sempre più spesso questo intervento in una ristrutturazione di un bagno.

La vasca da bagno ha sempre i suoi vantaggi, soprattutto dal punto di vista del relax, ma richiede tempo che ormai la maggior parte di noi non ha e richiede anche un consumo superiore di acqua che è bene evitare.

La sostituzione della vasca con box doccia può rappresentare una soluzione utile per molte famiglie. Vediamo insieme i costi e come fare.

Costo sostituzione vasca da bagno con box doccia

Questo intervento di sostituzione può essere più o meno complesso in base alle possibili opere murarie da fare e alla scelta della tipologia di doccia.

Da alcuni riferimenti di lavori fatti non è possibile definire esattamente quanto costa togliere la vasca e mettere la doccia. Possiamo dare un range di prezzo che fa oscillare i costi da 1.200€ a 5.000€ compresi i materiali. Questi sono prezzi indicativi in base alle scelte da fare:

  • Nessuna opera muraria e soluzioni semplici per box e piatto doccia: un costo di circa 1.200€
  • Lavori di muratura, realizzazione di un angolo di benessere con una doccia multifunzione: il costo può superare 5.000€.

La sostituzione della vasca con doccia richiede l’intervento di personale qualificato e professionale: entra in contatto con i migliori professionisti installatori per rinnovare il vostro bagno, risparmiando tempo e denaro con un semplice click.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

Quali sono i lavori per sostituire la vasca con la doccia in bagno

Innanzitutto bisogna decidere se la sostituzione della vasca da bagno deve avvenire con un box doccia della stessa grandezza oppure no. Se l’obiettivo è il risparmio di spazio si installa una doccia di dimensioni inferiori della vasca. In questo caso devi considerare anche i costi di riadattamento e ristrutturazione della parte di bagno che rimane esterna alla nuova doccia.

Le fasi principali di questo intervento di ristrutturazione sono le seguenti:

  1. Rimozione della vecchia vasca da bagno: questa è una fase abbastanza veloce, durante la quale bisogna fare molta attenzione, se la vasca è murata, alla conservazione del maggior numero di piastrelle, che potrebbero servire in fasi successive dell’intervento;
  2. Pulizia e predisposizione del fondo per la posa del piatto doccia;
  3. Adeguamento e/o installazione degli scarichi e delle tubature e, se necessario, dell’impianto elettrico;
  4. Posa del piatto doccia
  5. Installazione e montaggio del box doccia

Come scegliere piatto e box doccia per sostituire la vasca: prezzi e dimensioni

Il piatto ed il box doccia possono influire di molto sul costo finale del lavoro. Come tutti i sanitari o le finiture per bagno li possiamo trovare di tutti i tipi e di tutti costi. Vediamo alcuni esempi di soluzioni per capire come scegliere al meglio la nostra doccia.

Prezzi del piatto doccia

Come già detto, la prima decisione è sulla dimensione del piatto doccia: può essere la stessa dimensione della vasca che sarà rimossa, per avere quindi una doccia ampia e comoda, oppure, per risparmiare spazio, una doccia di dimensioni inferiori, intorno a 1 mq.

Piatto DocciaDimensioniCosto Medio
Quadrato90 x 90 cmdai 150€ ai 300€ in resina
Rettangolare80 x 100 cmdai 180€ ai 350€
Lungo in resina180 x 100 cmoltre 400€

La dimensione e la forma è importante per limitare il lavoro di muratura quando abbiamo rimosso la vasca. Le misure standard per una vasca da bagno sono 140 cm x 70 cm o 170 x 70 cm.

Quindi se sostituite la vasca con un piatto doccia quadrato dovete pensare a come occupare lo spazio libero lasciato dalla vasca ed il costo per il relativo lavoro di muratura ed altro.

Un piatto doccia rettangolare, ampio, consente di installare cabine doccia dotate di accessori e comfortidromassaggio, sauna e cromoterapia possono contribuire a creare una vera e propria area relax nel vostro bagno. Altro vantaggio è che possono sostituire bene per dimensioni la vasca da bagno originale.

Se state facendo un lavoro di ristrutturazione completa del bagno non avete problemi di come sostituire la vasca, ma se volete fare solo il lavoro per mettere la doccia al posto della vasca potete anche valutare le soluzioni su misura a coprire le dimensioni originali della vasca.

Il piatto doccia può essere classico, in ceramica, ma ormai si trovano facilmente anche di altri materiali: resina, plastica, vetroresina, piastrelle, pietra, oppure in finitura ardesia, materiale ricavato da polvere di marmo miscelata con resine particolari.

Prezzi box doccia

Anche per il box doccia esistono varie soluzioni; per quanto riguarda il materiale, i box possono essere di plastica,  che si rovina però più facilmente, o di cristallo; se è trasparente, richiede una attenzione quasi maniacale per la pulizia; se opaco nasconde un po’ di più le macchioline di calcare, e può essere pulito con l’attenzione normale che si riserva a tutto il bagno.

La scelta del box doccia generalmente è indipendente dai costi di sostituzione della vasca. Il prezzo dipende solo dal vostro gusto e chiaramente anche dalle dimensioni del piatto. Il prezzo di un box doccia può variare dai 100€ ad oltre 1.000€, dipende dai materiali, dal vetro e anche dal tipo di apertura della cabina può essere di diversi tipi:

  • porta a battente, con anta che si apre verso l’interno o verso l’esterno;
  • doppio battente, tipo saloon;
  • porta scorrevole, con anta che scorre verso l’interno del box doccia, occupando il minimo spazio;
  • apertura a soffietto, con ante pieghevoli.

Ormai ci sono cabine doccia multifunzione di tutti i tipi. Da quelle semplici fino a quelle che prevedono l’installazione di una serie di accessori che consentono di creare un vero e proprio angolo di benessere nel vostro bagno. Cabina con idromassaggio, con cromoterapia,  con sauna.. la scelta è enorme.

Sostituzione vasca con doccia: detrazione agenzia entrate

Di base per l’intervento di sostituzione della vasca da bagno con la doccia non è possibile la detrazione fiscale perché è considerato un intervento di manutenzione ordinaria, come troviamo in un comunicato stampa dell’agenzia dell’entrate che esplicita

Per quanto riguarda la sostituzione dei sanitari e in particolare quella della vasca da bagno con altra vasca con sportello apribile o con box doccia, invece, le spese non sono agevolabili poiché fanno riferimento a un intervento di manutenzione ordinaria. Questo intervento non è agevolabile neanche come intervento di eliminazione di barriere architettoniche, anche se in grado di ridurre, almeno in parte, gli ostacoli fisici per la mobilità di chiunque.

La stessa Agenzia delle Entrate, sempre nel comunicato indirizzato ai CAF, indica quando è possibile usufruire dell’agevolazione fiscale del 50%. Solo se inclusa in un lavoro di ristrutturazione bagno, che prevede interventi “maggiori”, come riportato:

E’ possibile fruire della detrazione, in generale, nel caso in cui la sostituzione dei sanitari sia integrata o correlata ad interventi maggiori per i quali compete la detrazione d’imposta come per esempio il rifacimento integrale degli impianti idraulici del bagno con innovazione dei materiali, che comporti anche la sostituzione dei sanitari.

Confronta preventivi per la sostituzione della vasca con doccia

Per conoscere il prezzo reale del lavoro è necessario far fare un sopralluogo ad un professionista e definire i materiali. Chiedi subito gratis e senza impegno un preventivo per sostituire la tua vasca alle migliori ditte della tua zona, ricevi diverse offerte, fai fare un sopralluogo e scegli il meglio.

Richiedi un preventivo GRATIS100% Gratuito e Senza Impegno

1 commento su “Quanto costa togliere una vasca e mettere un box doccia”

  1. Pingback: Ristrutturare il bagno: qualche considerazione - ArsCity

Lascia un commento o fai una domanda